Documento Unitario per interlocuzione col Governo

Salute e Sicurezza sul Lavoro

Testo Unitario (Cgil Cisl Uil)

Tenuto conto di un diffuso peggioramento delle condizioni di tutela negli ambienti di lavoro e di un sempre più ridotto riconoscimento nelle aziende del diritto delle lavoratrici e lavoratori alla rappresentanza sui temi della salute e sicurezza sul lavoro, diritti entrambi di natura comunitaria (quadro emerso dalla recente Ricerca IMPACT di CGIL, CISL, UIL e INAIL), visti i dati sugli infortuni e sulle malattie professionali con una forte criticità soprattutto nel sistema degli appalti e subappalti (vedi anche ultimo Rapporto Inail), e considerato che la tutela della salute e sicurezza costituisce un fattore cardine della competitività delle imprese e base dello sviluppo di un Paese, unitariamente, CGIL, CISL, UIL, evidenziano i seguenti nodi prioritari sui quali occorre che si apra celermente un confronto, di carattere tripartito, a livello istituzionale, parlamentare e sociale.

Si evidenziano in sintesi i seguenti punti di priorità politica e di merito:

- si sollecita l’impegno del Governo, non potendo non considerare urgente e prioritaria, la stesura della Strategia nazionale di prevenzione;

- si evidenzia la necessità, in linea con l’esigenza della Strategia nazionale di prevenzione, che venga ridefinito in modo chiaro il rapporto fra il Ministero della Salute e il Ministero del lavoro;

- si sollecita la messa a regime di quanto previsto dal DLGS 81/08 s.m;

- si evidenzia con forza la necessità di un monitoraggio costante e di una messa a regime del funzionamento dei Centri Operativi Regionali (COR) per quanto riguarda l’attività sui rischi occupazionali da esposizione ad agenti chimici cancerogeni;

- si sollecita l’impegno del Governo all’attuazione dei provvedimenti tesi al pieno esercizio del diritto alla rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori (RLS) in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, a livello individuale e collettivo;

- si sollecita l’impegno del Governo ad agire in modo da garantire, nelle forme diverse, la tutela della salute e sicurezza sul lavoro ad ogni prestatore di lavoro (compresa anche la copertura INAIL), indipendentemente dalle tipologie contrattuali;

- si sollecita una urgente analisi della situazione relativa agli infortuni stradali e l’adozione di provvedimenti che contribuiscano al miglioramento della sicurezza stradale in occasione di lavoro.

In allegato:

il documento su Salute e Sicurezza sul Lavoro predisposto unitariamente in previsione di un auspicabile futuro confronto con il Governo.

Impact-rls: indagine sui modelli partecipativi aziendali e territoriali per la salute e la sicurezza sul lavoro.