La UILTuCS Emilia-Romagna si prefigge di rappresentare le lavoratrici e i lavoratori del terziario. Dare forza al lavoro.

Indirizzo
Via delle Lame, 98 – 40121 – BOLOGNA (BO)

Informazioni per i contatti
Email: [email protected]
PEC: [email protected]
Telefono: 051/550502
Fax: 051/550918

Altre informazioni
E’ aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 (festivi esclusi)

Telefono 051/550502 – Fax 051/550918

Image Alt

UILTuCS ER

  /  Notizie   /  Richiesta chiusura esercizi commerciali nella domenica e nei festivi

Richiesta chiusura esercizi commerciali nella domenica e nei festivi

Lettera al Presidente Regione E.R.

Emergenza Covid-19 – richiesta di intervento per deliberare la chiusura di tutti gli esercizi commerciali nella domenica e nei festivi.

 

Egr. sig. Presidente

Le scriventi Federazioni Sindacali Regionali, alla luce di quanto previsto dal DPCM del 26 aprile con il quale, pur venendo confermate le misure per contenere l’epidemia, si prevede, contestualmente, l’avvio di molte attività produttive, con la presente, Le richiedono di voler comunque valutare l’opportunità di prorogare le misure restrittive da Lei emanate nell’ambito delle chiusure domenicali e nei festivi degli esercizi commerciali, con particolar riguardo alle attività destinate alla vendita dei generi alimentari.

Convenendo, infatti, con le dichiarazioni da Lei rese sul civismo mostrato dagli emiliano-romagnoli che hanno saputo rispettare non solo le misure dei vari DPCM, ma anche delle Sue ordinanze (con determinazioni ancor più stringenti rispetto a quelle previste dal Governo Nazionale), si ritiene che, almeno per il periodo di vigenza del DPCM avente efficacia dal 4 al 17 maggio p.v., sarebbe quanto mai opportuna tale proroga.

Tale misura, se adottata, avrebbe un triplice effetto, ovvero:

1.    Non vanificherebbe tutti gli sforzi sin qui fatti nel tentativo di contenere il rischio di diffusione del virus Covid19 consentendo, in tal modo, di approcciarci con maggiore fiducia alla cosiddetta “fase 2”;

2.    Sarebbe strumento utile per allentare i carichi di lavoro e lo stress accumulato dalle migliaia di lavoratrici e lavoratori del settore della distribuzione organizzata, che, seppur impauriti dalla possibilità di essere contagiati e contagiare a loro volta i propri familiari, continuano a svolgere quotidianamente con sacrificio ed abnegazione il proprio lavoro, considerato alla stregua dei servizi essenziali, nell’interesse di tutta la collettività;

3.    Garantirebbe omogeneità di comportamento su tutto il territorio regionale, considerato che alcune aziende del settore stanno programmando aperture parziali dei propri negozi se non anche la decisione di continuare a mantenere, in questa fase, la chiusura domenicale.1.    Non vanificherebbe tutti gli sforzi sin qui fatti nel tentativo di contenere il rischio di diffusione del virus Covid19 consentendo, in tal modo, di approcciarci con maggiore fiducia alla cosiddetta “fase 2”;

Pertanto, Sig. Presidente, certi del fatto che continuerà a profondere quanto in Suo potere, con i mezzi ritenuti più opportuni, affinché possa sempre più arginarsi il rischio di contagio da COVID-19, confidando nell’accoglimento di tale richiesta che, peraltro, richiama l’accorato appello delle lavoratrici e dei lavoratori rappresentati, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.

 

FILCAMS – CGIL ER Paolo Montalti – FISASCAT – CISL ER Michele Vaghini – UILTUCS – UIL ER Aldo Giammella

icona_pdf Terziario_lettera a Regione ER